lunedì 6 aprile 2009

Terremoto in Abruzzo

Oggi è un giorno tristissimo. E' atroce ciò che è accaduto in Abruzzo. Nel cuore della notte, in modo improvviso e vigliacco, un forte terremoto ha distrutto vite, affetti, case, luoghi di lavoro, monumenti, opere d'arte...

Oggi non ho voglia di parlare di ciò che di solito mi dà gioia. Voglio solo piangere, insieme a tutti gli italiani e al mondo intero ed esprimere il mio cordoglio e la mia vicinanza al popolo abruzzese che, operoso e forte com'è, saprà trovare il coraggio e la forza per ricominciare.
Da domani......Oggi è il giorno del dolore.

4 commenti:

Cristina ha detto...

hai ragione Rosa, quanto dolore c'è ovunque, e quanto tutti ci sentiamo piccoli e inutili oggi, e da oggi sempre ci sarà il nostro pensiero per chi soffre, cerca, allunga l'orecchio per sentire ancora voci. La sofferenza ci avvicina e ci accomuna, perchè ognuno di loro è dentro tutti noi.

zigzago ha detto...

Ciao Rosa, grazie per il commento che mi hai lasciato, sei una persona molto gentile. Qui da me niente danni, un po di spavento perchè siamo stati svegliati dalle scosse, ballava il letto, lampadari e sembrava che non finiva, ma questo è una sciocchezza in confronto a quello che sta passando e dovra passare la gente che si trova in mezzo a questo tragedia!
Ci sentiamo presto, un abbracio e un bacio di cuore! Renata

silvana ha detto...

ciao rosa, grazie delle belle parole! un abbraccio, silvana

nelita.cruz ha detto...

Ciao Rosa.
Grazie per la vostra visita al mio blog, mi è stato molto felice.
Ringrazio anche i complimenti.
Ho capito più o meno bene l'italiano, ma a scrivere usando il traduttore.

Come è stato il terremoto dispiace quello che è successo, sapendo che avrebbe potuto evitare tutte le morti che è accaduto.
Per le notizie in Portogallo, la sismologia ha avvertito che potrebbe succedere e non ha fatto nulla.

Che i morti riposano in pace
Baci
Nelita