giovedì 26 novembre 2009

Ciambellone al caffè


LEGGERE L'AGGIORNAMENTO IN FONDO AL POST, CON IL LINK ALLA RICETTA ORIGINALE DI ADELAIDE MELLES.

Questa è una ricetta molto nota e super collaudata. E' il ciambellone bicolore di cui Anna Moroni ha dato la ricetta alla Prova del cuoco un po' di tempo fa. Io però ho apportato una modifica che penso piacerà alle caffeinadipendenti come me. Ho eliminato il cacao e ho sostituito la dose di acqua con la stessa quantità di caffè. Il risultato è buono, anche se ho deciso che la prossima volta proverò ad accentuare l'aroma del caffè con uno o due cucchiaini di caffè solubile oppure utilizzando 100 g di caffè espresso. Ecco la ricetta originale con le mie variazioni tra parentesi:


Ingredienti

3 uova intere

240 g di zucchero

130 g di acqua (io ho messo 130 g di caffè preparato con la moka)

120 g di olio di semi (meglio se di girasole che è insapore)

250 g di farina 00

una bustina di lievito per dolci

una bustina di vanillina

due cucchiai di cacao amaro (io ho eliminato questo ingrediente)

un pizzico di sale


***************************

Questo è il procedimento che adotto io quando non ho fretta. Monto gli albumi a neve ben ferma dopo aver aggiunto il sale che serve a facilitare l'operazione. Dopo aggiungo lo zucchero a poco a poco e poi i tuorli ad uno ad uno (quando ho fretta invece metto uova intere e zucchero nella ciotola o nel robot e via). Aggiungo poi l'acqua (in questo caso ho aggiunto il caffè) e l'olio a filo senza smettere di mescolare (con lo sbattitore elettrico o nel robot da cucina secondo le vostre abitudini). Verso poi a poco a poco la farina setacciata con il lievito. A questo punto se vogliamo preparare il ciambellone bicolore o la torta zebra (la conoscete?) dobbiamo dividere l'impasto in due parti ed amalgamare il cacao ad una delle due metà.

Imburrare e infarinare uno stampo da ciambellone e versare prima il composto bianco e poi quello al cacao mescolando con un coltello dal basso verso l'alto con un movimento a spirale.

Ovviamente io ho saltato pari pari quest'ultima fase.

Infornate nella parte inferiore del forno ad una temperatura di 170 ° (ma dipende dal vostro forno) per 30 '. Fate la prova stecchino (o dovrei dire ferro da calza...trattandosi di cuoche knitters come noi. Ah ah!), quindi se è tutto a posto fate riposare la ciambella in forno per altri 5' , poi tiratela fuori e mettetela a raffreddare prima di sformarla e decorarla con lo zucchero a velo e, se li avete, con dei chicchi di caffè. Tocco peccaminoso...servitela con panna montata!

27-04-2014
AGGIORNAMENTO: oggi ho scoperto che la paternità di questa ricetta non è da attibuire ad Anna Moroni o alla Prova del cuoco, ma ad Adelaide Melles, che per prima l'ha messa in rete. La brutta abitudine al plagio non mi piace, quindi ecco il link alla ricetta originale. E mi scuso pubblicamente con Ady per aver inconsapevolmente contribuito all'appropriazione indebita.

9 commenti:

Maria ha detto...

Fa venire l'acquolina.... e l'idea di mollare la dieta.
Un abbraccio
Maria

DarkFee ha detto...

Mamma miaaaaaaaaaa!!! che bello che è!!
Ho l'acquolina in bocca solo a guadarlo!!
E poi anche io sono caffeinadipendente..quindi sicuramente proverò la tua variante :) :)
speriamo mi venga uguale al tuo..che è proprio invitante =D

mamanluisa ha detto...

ciao, i dolci sono la mia ...passione!!!
se passi dal mio blog c'è un regalo per te
Serafina

i fili di cinzia ha detto...

ciao, come stai? ti sei ripresa bene dall'intervento? a quanto pare si! visto che stai lavorando senza tregua! la tua ricetta se non sbaglio è quella del ciambellone all'acqua, che è tanto buono di per se, così modificato sarà certamente ecczionale poi per chi come me ama il caffè! è tutto un dire! ciao un abbraccio cinzia.

Manias e Artes ha detto...

Oi!

A julgar pela aparência esse bolo está uma delícia...

Le

maria antonia ha detto...

mi hai fatto venire l'aqquolina in bocca vedendo il tuo dolce ma non lo posso mangiare sono a dieta ,comunque complimenti per tutte le cose che sai fare.ciao maria antonia

Elena ha detto...

Rosa, carissima! Innanzitutto ti ringrazio tanto per gli auguri che hai lasciato alla mia bimba... si fa per dire, ormai ha 16 anni dovrei chiamarla ragazza, ma non ci riesco proprio!!!
Poi ti faccio i complimenti per questa super torta, dev'essere FANTASTICA! Hai anche spiegato molto bene tutto il procedimento! Grazio veramente di cuore per tutto! A presto, Elena.

Michelle ha detto...

Ma che bello rosa!!!!Quando posso assaggiarlo?!"?Quasi quasi lo preparo al mio ometto...anzi, no, non so se se lo merita, mi critica sempre tutti i dolci. Anzi, guarda, lo provo quando lui è a lavorare così non ne rimane neanche un po'!!!!Un abbraccio, Michelle

liana ha detto...

CHE BUONO!!!
MI PIACE