giovedì 14 gennaio 2010

Il terremoto ha colpito ancora

Oggi non riesco ad accendere la TV. Quelle immagini, che a noi italiani rievocano una recente ferita, mi fanno soffrire maledettamente. I bambini che vagano, soli, in cerca dei genitori che probabilmente fanno parte dell'immenso numero dei morti, sono una cosa penosa da vedere, ma anche se non accendo la TV, ce li ho comunque davanti agli occhi.
Sono troppo triste!
Con la maglia e l'uncinetto ricomincerò domani.
Per mandare un contributo di 2 euro basta un SMS al 48541.
Donazioni online dal sito www.agire.it

3 commenti:

Recuperando ha detto...

Ciao Rosa!!
E' vero è incredibile oltre ad essere poverissimi anche altre disgrazie!!!!
Sono addolorata anche io per loro!!!

giufra ha detto...

ciao, purtroppo ti si riapre una ferita, avendolo vissuto quasi da vicino (non disto molto da l'Aquila) quindi li capisco molto, ed è bruttissimo che a soffrire per prima sono i bambini, e li vedi che si guardano intorno e quasi che nessuno si fermi a prenderli in braccio, una scena senza parole...non ci sono parole, però c'è tanta gente che si mobilita per questo e meno male... scusa mi sono dilungata ma tutto ciò non ti lascia indifferente.. un saluto..

Ednamar ha detto...

Olá,como você disse é realmente muito triste o que aconteceu no Haiti,desde o dia do terremoto venho acompanhando pela tv as buscas pelos sobreviventes e fico em oração para que as ajudas cheguem logo ao destino e diminuo o sofrimento desse povo...adorei seu blog tem trabalhos lindos...bjs bom fim de semana