martedì 12 febbraio 2013

SAnREMO in maglia: quarta edizione

Ormai è un vizio, vero Amelia? ....Nooooo, piuttosto una tradizione simpatica e immancabile. Proprio come il festival. Ogni anno, caschi il mondo, impazzi la crisi, s'infuri il Cavaliere, si dimettano pure  i Papi.... per una settimana....fermi tutti: inizia Sanremo!!!! E tutti a parlare solo di quello! O quasi....
E pure noi, knitters impunite, laniste quasi anonime, magliadipendentichedirsivoglia..... Però noi Sanremo lo vediamo con le mani impegnate a sferruzzare, che è tutta un'altra cosa! (Non è tempo perso, vah!)
E poi si commenta, chi in diretta sui social, chi sul proprio blog. Troooooooppo divertente, durante e dopo ogni serata,leggere lei, Emme del blog granadiriso


Quest'anno ho scelto un lavoro semplice, ma con una costruzione innovativa. Per il quarto anno consecutivo è un modello da mettere intorno alla mia gola malaticcia. Si tratta di Wingspan, di  Maylin Tri'Coterie Designs (free su Ravelry) una via di mezzo fra uno scialle e una sciarpa. E' tutta a legaccio, ma un po' d'attenzione la richiede per via della lavorazione a short rows, cioè a ferri accorciati. E' da un po' che ho provato questa tecnica, ma questa è la prima volta che la metto in pratica in un lavoro. Ho scelto un filato autorigante che, spero,  metterà in evidenza la particolare costruzione del modello.
Bene, corro a vedere SAnREMO e a inforcare i ferri!
A domani!

4 commenti:

Luisa F. ha detto...

uhahaah aribuonsanremo e buon sferruzzamento.. non vedo l'ora di vedere il tuo lavoro finito!!!

Bárbara ha detto...

que linda idea !!! te acompaño a la distancia, a ver que nos sale ;)
besos

Bruna63 ha detto...

non ho mai provato questo punto ma la sciarpa e' bellissima non vedo l'ora di vederla finita!!!
baci
Bruna

Germana ha detto...

Ah! ah! ah! avevo dimenticato questa consuetudine legata al festival! Vero!infatti io uncinettavo granny a letto con un occhio alla TV e uno al lavoro.
Un caro saluto
Germana