sabato 16 maggio 2015

Blog silenziosi


Ultimamente ho notato che un numero sempre maggiore di blog non viene più aggiornato. C'è un impressionante calo d'interesse delle bloggers nei confronti del proprio, ma anche degli altrui blog. Infatti, chi di noi ne ha uno, avrà sicuramente notato che ormai ricevere un commento è cosa assai rara. 
Considero i blog una validissima forma di espressione e una garanzia di  pluralismo che, nel tempo, abbiamo conquistato. Sarebbe un vero peccato vederli morire a vantaggio magari di certe vocianti piazze virtuali, affollate di gente intollerante e sempre pronta a fomentare piccole (in tutti i sensi) guerre ideologiche.
Vorrei riflettere insieme a voi su quali possano essere i motivi di questa disaffezione. I blog sono passati di moda? Ci siamo stancate di mettere impegno nell'aggiornarli? I social networks li hanno soppiantati? Pinterest li ha fagocitati?
Voi che ne pensate?

Personalmente faccio un bel mea culpa. Sono sempre stata convinta che non basta aggiornare un blog per ricevere visite e commenti. Occorre anche girare per la blogosfera e fare altrettanto. E io ultimamente il tempo che passo al pc lo dedico al  forum Isola creativa, che ho contribuito a fondare, e  a Pinterest, una specie di labirinto virtuale da cui, una volta entrati...è estremamente difficile uscire. 
Mi riprometto di  aggiornare più spesso il mio blog e di tornare a girare per quelli altrui. Tenere aggiornato un blog richiede impegno, tempo e pazienza. Ed è giusto che l'autore venga gratificato con visite e commenti. Altrimenti prima o poi passa la voglia e si chiudono i battenti.  E spero anche di ricominciare ad accogliere tanti lettori sul mio blog, che al momento è piuttosto silenzioso, sia in termini di post , che di commenti. 

22 commenti:

Dalmazia Lodi Rizzini ha detto...

Grazie Rosa della tua visita ..e del tuo commento. .quest'anno è il quarto da quando ho aperto il mio modestissimo blog e l'entusiasmo è aumentato con il tempo e l'incoraggiamento da parte dei visitatori che gratificano con i loro commenti..ho imparato moltissimo anche ricambiando le visite ..io non riesco sinceramente a fare a meno del mio blog..per me è stata una grande opportunità ma è pur vero che ti porta via tantissimo tempo..
.

Rosa ha detto...

Grazie anche a te! E' così anche per me Dalmazia: anch'io ho imparato tanto in questi sei anni di blog e neanch'io ho intenzione di rinunciarvi a favore dei social networks.
Teniamo duro!

Silvia - Tocco di Lìllà ha detto...

Ho letto volentieri il tuo post, Rosa, perché io è da qualche settimana che faccio fatica ad aprire il pc (inoltre non ho uno smartphone e quindi non navigo in internet con il cell). Ho un gran caos in casa (ho molti craft corners che hanno bisogno di essere riordinati), sto preparando i miei allievi all'esame di terza media e, anche se ho molti progetti creativi da condividere, devo rallentare la mia presenza sul blog ... di conseguenza, faccio molta fatica a trovare il tempo di commentare da altre MAAAAAA resto convinta che condividere tramite blog sia più efficace che con FB G+ Bloglov'in etc etc perché la comunicazione è più completa e ricca.
Comunque, in attesa di risentirci - sui blog - ti auguro buona creatività e buona domenica =)

Anna Lanzarini ha detto...

Sono d'accordo con te. Mi sono accorta di come ormai molte stiano abbandonando il blog. Personalmente ho effettivamente diradato i post ma la crisi è stata proprio in toto: anche i miei hobby soffro di una crisi di frequentazione!
Fb è sicuramente più immediato ma io lo vedo più dispersivo: ci sono, ci vado, ma pubblico pochissimo, anzi quasi niente. Non è lì che mostro i miei lavori o i miei veri interessi.
Il blog è un diario: andando a guardare indietro posso vedere tutto quello che ho fatto e quello che mi ha ispirato.
Non credo lo abbandonerò mai, anzi ogni giorno mi riprometto di essere più presente... chissà se ci riuscirò!!!
Un sorriso
Anna

Gisella ha detto...

Ciao carissima, io sono colpevole! Il mio blog è di quelli che tace e soffre per essere trascurato. Proprio poco fa ho fatto un post a questo proposito. Sicuramente non ricevere commenti scoraggia un po' perchè sembra di non essere seguiti e graditi. D'altra parte il blog è un angolo personale che si fa principalmente per se stessi. Per quanto mi riguarda mi ci sono allontanata un po' per mancanza di tempo, quando ho aperto il blog non lavoravo, ora si. Poi mi demoralizza il fatto che vorrei saper fare più cose con il pc e modernizzare il mio blog, invece non ne sono capace. Baci Gisella

Carla ha detto...

Ciao Rosa, molto interessante questo tuo post. Ho aperto il mio blog circa 2 anni fa con tanto entusiasmo, sperando di condividere, come in un gruppo di amiche, suggerimenti, idee, consigli, esperienze....e mi son sempre preoccupata di rispondere a (quasi tutti ) i commenti che mi venivano lasciati. E anche se i lettori non erano tantissimi, i commenti erano sempre presenti. Poi sinceramente ho cominciato a sentirmi sopraffatta e turbata da tutta quella serie di scambio di favori che gira nel mondo dei blog: scambio di iscrizioni, di premi di giveway , di visite e ...di commenti per cui, ho preferito staccare per un po. Ho provato a riprendere ma altri impegni personali son sopraggiunti, e ho dovuto mollare di nuovo. Tuttavia spero sempre di riprendere e nel frattempo lascio qualche sporadico commento quando il post è così interessante che non ne posso fare a meno :).
Ecco questi sono i motivi del silenzio del mio blog...
un caro saluto da Carla

Elena Z. ha detto...

Sono d'accordo con te. Vuoi perché abbiamo tantissime cose da fare, vuoi perché ci sono periodi proprio NO sta di fatto che passiamo, guardiamo ammirate i lavori delle creative e poi... usciamo dai blog senza dire almeno "ciao sono passata a trovarti". Io non sono iscritta ai social vari che ci sono in giro, ma come dici tu tra pinterest e la famiglia e le figlie chi ha tempo? e il blog il tempo lo reclama! A ragione!
Pensare che invece è molto bello relazionarsi con altre persone e condividere idee e sperimentazioni. Io sono cresciuta molto da quando ho il blog ho imparato tecniche nuove e affinato delle altre: perché mollare tutto? Per delle persone che non commentano? No! io non ci sto!
Continuo per la mia strada e mi auguro che più di qualcuno legga il tuo post e capisca! Che abbiano preso alla lettera quella frase tratta da un canto dell'inferno
"non ti curar di loro ma guarda e passa"?
Un abbraccio di consolazione
Elena

gloria. ha detto...

tanti sono i blog che sono nati negli ultimi tempi e altrettanti quelli divenuti silenziosi per una serie di eventi forse sopraffatti dai tanti impegni ma credo soprattutto dai social network , più veloci e immediati, ma li trovo più freddi, mentre ancora amo la caratteristica dei blog, piccoli diari da condividere con una o cento persone non importa ma pieni di sfaccettature e sentimenti a volte palesi a volte nascosti fra le parole.....dipende solo da noi cosa preferire.....glo

fiore ha detto...

scrivo per me stessa non per i commenti anche se fa piacere riceverli. Non lo nego.
Ma un po' di stanca e di periodo creativo dormiente mi fanno scrivere poco. Ma non ho mai pensato di chiudere il mio spazio sul blog e spero che non lo farai nemmeno tu :o)
fiore

Angie ha detto...

bel post Rosa!!! condivido appieno! a me non piacciono i social network, o quantomeno, non mi piace l'uso che se ne fa!!! a me piace il blog, ne ho anch'io aperto uno da poco!!, è vero ci vuole tempo per curare un blog come si deve (ed anche x commentare), ma è bello ritrovarsi lì e non x toccate e fughe su fb, tweeter o altro, lì ,secondo me, si brucia tutto e subito!! nel blog , ci si "racconta", non c'è frenesia... almeno io la vedo così.... sì è vero che se non ci sono commenti, sembra che nessuno veda, ma secondo me (a me è capitato!)non sempre vien voglia di commentare, e comunque, è sempre meglio non dire niente che dire stupidate!!!
scusa il papiro,
un abbraccio,
A, Ct

ps: se ti va, paassa da me :)
http://tuituiripeka.blogspot.it/

Andreina ha detto...

a volte il silenzio è dovuto a problemi personali, altre volte a mancanza di idee e stimoli....ed anche se alcuni migrano su altre forme di comunicazione penso che poi si ritorni al blog proprio perchè è un angolo dove possiamo esprimere al meglio i nostri pensieri e la nostra creatività....
un abbraccio

Biscotto ha detto...

hai totalmente ragione,anche io ho tardato a rispondere in questo periodo, ma si hanno sempre tante cose da fare.. e la vita scorre sempre più frenetica, il blog è un modo per predermi del tempo per me stessa, ma ci sono momenti in cui non si riesce più a stare al passo con i tempi, devi pensare a così tante cose che il blog e gli altri blog passano in secondo piano e spesso e volentieri nel dimenticatoio.. cercheremo di stare più qui.. promesso!

Clara ha detto...

Ne abbiamo parlato, Rosa. Anche il mio blog langue, per mancanza di tempo perchè, come dicevi anche tu, scrivere un post richiede tempo e io al momento ne ho molto poco. E forse anche per un calo di entusiasmo. Ma penso che sia fisiologico e ci possa stare.
Io non ho account Facebook e non intendo crearne, però parliamo di mezzi di comunicazione diversi: fb è più immediato per molti, lo seguono anche col telefonino, mentre il blog non ha questa immediatezza. Però ha qualcosa di impareggiabile: sono pagine di vita, che ti consentono di entrare nel mondo di queste amiche virtuali e ti fanno compagnia. Io, c'è stato un momento del mio blog che non avevo nemmeno il tempo di essere sempre presente a tutto, tra commenti lasciati, risposte, scambio di email.....Molto bello. Sono modi di socializzare (in via virtuale) diversi. Io non amo fb e preferisco il blog....adesso tutto sta a riprendere la frequentazione. Baci.

Silvia ha detto...

Rosa quanto hai ragione, io per vari motivi ho un po abbandonato il blog ,ho diradato la frequenza dei post. Ho pensato che lo facevo per il brutto periodo che sto passando ma, proprio qualche giorno fa ho realizzato che invece un po di questo tempo lo dedicavo ad un forum su fb, dove in effetti ho , nel tempo, letto di tutto. Mi ero avvicinata a questo quando, convalescente da un intervento avevo voglia di fare quattro chiacchiere. Nel tempo però vedi che l'umanità ,rinchiusa in un microcosmo , concentra cattiverie, gelosie e, tanta tanta maleducazione. Allora il blog è un piccolo paradiso dove chi lascia un commento lo fa, quasi sempre con cortesia, e qui voglio tornare.
un caro saluto. Silvia

Claudia Magistro ha detto...

Ciao Rosa,
hai ragione, il lavoro del blogger non si limita "solo" alla pubblicazione ma c'è dietro un lavoro immane di giri su giri, ma concordo con te che probabilmente c'è una disaffezione.
Pinterest lo adoro e gli altri social li frequento ma dopo otto anni non mollo ;)
grazie assai ti abbraccio
Cla

Rosa ha detto...

Care amiche, sono davvero contenta di aver suscitato queste vostre riflessioni e, in molti casi, anche i vostri buoni propositi di tornare ad aggiornare i blog.

Ringrazio tutte di cuore anch'io prometto di essere più assidua nel postare. In questi giorni ho passato un po' di tempo in giro per blog e mi sono accorta che, se molti sono stati abbandonati, ne sono nati tantissimi nuovi di zecca. Ne sono lieta! Vuol dire che forse la mia analisi era un po' troppo pessimistica e in realtà questa forma di comunicazione non è affatto tramontata.
Abbraccio tutte e...a presto!

Elisa2011 ha detto...

Concordo, ultimamente i blog sono lasciati un po' in disparte ma a me piace aggiornare il mio anche se le visite sono poche! Poche ma buone!!!

Antonella giufra ha detto...

Ciao Rosa, leggere il tuo messaggio mi ha riportato indietro nel tempo!!!! E mi sono resa conto di quanto sto trascurando il mio blog!!! Ed anche girovagare per i vari blog!!! Facebook è la prima causa, ormai si posta tutto lì, ed anche gli impegni con i figli che crescono sono aumentati.... Mi manca tantissimo il mondo del blog!!! Spero di riuscire ad aggiornarlo più spesso. Un abbraccio e a presto!

Bárbara ha detto...

Querida Rosa: en mi caso deje de subir fotos por que no tenia como subirlas. Y la verdad antes que escribir algo en mi blog prefería ver tu blog y el de otros tantos que sigo, pero muchas veces es solo un momento que tengo para hacer esto, ya ves son las 3 de la mañana y acá estoy. Y muchas veces quiero dejar comentario pero siempre aparece o una clave que colocar o algo por el estilo. Así que solo entro y miro sin dejar ningún comentario para poder ver la mayor cantidad de blogs. Yo seguiré aquí contigo ;)
Un beso grande
Barbara- Argentina

agapanto_67 ha detto...

Carissima ho letto il tuo post e sfondi una porta aperta: aggiornare il proprio blog richiede tempo e sarebbe carino ricevere qualche commento in più. Tuttavia non è la mancanza di lettori o commentatori che incide sul tempo che un blogger può dedicare alla propria creatura, dipende molto dai propri impegni: chi ha un blog di cucina e fa la casalinga ha sicuramente più tempo di chi ha un blog e lavora in ufficio dalle 8 di mattina alle 19 di sera, perché poi quando torna a casa deve ricominciare con i lavori di casa, marito e figli e magari pure genitori anziani. Quindi spesso non è cattiva volontà ma proprio mancanza di tempo. I periodi della vita poi non sono sempre uguali, talvolta si ha più tempo e quindi si riescono a fare belle cose e farle vedere, in altri momenti invece si fanno lo stesso progetti ma restano lì in attesa di poterli pubblicare. L'importante e avere sempre lo spirito di coltivare i propri interessi. Adesso che ho un po di tempo faccio un giretto tra le mie amiche blogger. A presto e in bocca al lupo.

೫ My lucky ೫ ha detto...

E' una guerra personale, la mia.
Non sempre, ma Fb è un ritrovo per persone che non amano scrivere e si servono di link che parlino per loro.
Ho sempre sostenuto i blogs e lo farò finchè avrò l'uso delle mani...
Ho creato il gruppo delle bloggers su fb per il recupero dei nostri spazi virtuali, se non altro sfrutto questo social che ha lasciato parecchie vittime dietro di sè...
Nel gruppo sono un pò rompi, ma è tutto mirato al bene del nostro diario.
Un abbraccio!

Rosa ha detto...

Vedo che il tema vi ha appassionato e mi fa un gran piacere. Cerchiamo di prendere coscienza del valore dei nostri blog e cerchiamo, per quanto possibile, di non abbandonarli in ìn favore di forme più immediate di comunicazione, ma certamente più dispersive. Poi, io non capisco molto di social networks, ma la consultabilità dei profili fb, come viene garantita? Intendo dire: c'è un indice, un elenco di etichette, un archivio... da poter consultare per andare a cercare un determinato post? Tutto questo, in un blog ben costruito, è assicurato. Si può dire lo stesso di una pagina fb o twitter?