lunedì 2 maggio 2011

Beato Giovanni Paolo II, Papa. Suona proprio bene!


Ho trovato quest'immagine sul web e mi è piaciuta tanto! Sintetizza la meravigliosa giornata di ieri: prima domenica dopo Pasqua e quindi, come aveva stabilito Giovanni Paolo II, Festa della Divina Misericordia (l'immagine che vedete sullo sfondo è proprio quella di Gesù della Divina Misericordia così come appariva a una suora polacca, Suor Faustina, che proprio Giovanni Paolo II proclamò santa) e grande giorno della Beatificazione di Papa Wojtila.
"Gigante della Fede" l'ha definito Papa Benedetto XVI. Condivido questo giudizio, ma la sua grande statura morale era permeata di umiltà e di caritatevole benevolenza verso gli ultimi.
Seppe essere vicino, con la stessa efficace semplicità, ai piccoli, ai giovani, ai potenti, ai poveri, agli intellettuali.
E' stato un esempio per tutti, è stato il Santo Padre di tutti, presto sarà il Santo di tutti.

4 commenti:

Silvana ha detto...

resterà per sempre nei nostri cuori.io trovo che la scena di quando ride per lo spettacolo dei pagliacci sia per me la più bella in assoluto e stato un grande uomo prima che papa .cosi delicato e forte nello stesso tempo .GRANDE PAPA

ornella ha detto...

E ora da LASSU' sorridendo dira':
" NON HANNO AVUTOPAURA DI TESTIMONIARE LA LORO FEDE."

E la folla in preghiera di ieri, a Roma e in ogni comunita'ne è la TESTIMONIANZA.
Un abbraccio ornella

silvana ha detto...

Ciao Rosa!!! Bellissimo il tuo post...condivido!
Da quanto tempo amica cara... è solo che adesso sono talmente presa con la scuola che ho pochissimo tempo per navigare...Ma ho capito bene? Corredino? Bimbi in arrivo in famiglia? Perdonami ma sono stata molto assente ultimamente, sai sto sostituendo un tuo conterraneo, un collega di Ragusa che si è fatto male a un piede, un abbraccio grande
silvana

Tiziana ha detto...

Anch'io come milioni di persone sono felicissima che sia stato proclamato Beato, e sono contenta anche perchè, per una volta, non veneriamo una persona magari GRANDISSIMA ma vissuta nel passato,ma un uomo che è è stato con noi nel nostro difficile presente.
Ciao, Tiziana