venerdì 22 maggio 2015

Fagioli borlotti fantasia

Stasera...legumi! A casa mia sono protagonisti in cucina. Mi piace sperimentare ricette sempre diverse. Cercando una ricetta per preparare una bella insalata di fagioli, ho trovato questa e ho voluto provarla, ma ho deciso di apportare delle modifiche per arricchirla un po'.
Ecco il risultato e, più sotto, la ricetta.






Ingredienti:

una scatola di fagioli borlotti (ovviamente si possono usare, con risultati certamente migliori, i fagioli freschi o quelli secchi. Questi ultimi però richiedono un ammollo di 12 ore e una lunga cottura)
una cipolla
una manciata di olive nere
qualche pomodoro ciliegino secco (coltivati ed essiccati al sole di Sicilia. Ottimi!)
un po' di rosmarino fresco
olio e.v.o.
sale
peperoncino (facoltativo)

Preparazione

Affettare finemente la cipolla e metterla in un tegame con un po' d'olio e.v.o.. Accendere ilfuoco e aggiungere quasi subito i fagioli sgocciolati, ma non completamente. Un po' del liquido di conservazione servirà per cuocere il nostro piatto.
Aggiungere le olive, i pomodorini tagliati a pezzettini e il rosmarino tritato. Regolare di sale, tenendo conto che pomodori e olive sono già saporiti. Aggiungere peperoncino, se gradito. Portare a cottura finché le cipolle saranno tenere, ma non disfatte. 


Se mia figlia, che non ama nè le cipolle nè i fagioli, mi ha chiesto di rifarli spesso, potete immaginare quanto questa combinazione d'ingredienti si sia rivelata indovinata.Vi garantisco che spariranno in un attimo!

sabato 16 maggio 2015

Blog silenziosi


Ultimamente ho notato che un numero sempre maggiore di blog non viene più aggiornato. C'è un impressionante calo d'interesse delle bloggers nei confronti del proprio, ma anche degli altrui blog. Infatti, chi di noi ne ha uno, avrà sicuramente notato che ormai ricevere un commento è cosa assai rara. 
Considero i blog una validissima forma di espressione e una garanzia di  pluralismo che, nel tempo, abbiamo conquistato. Sarebbe un vero peccato vederli morire a vantaggio magari di certe vocianti piazze virtuali, affollate di gente intollerante e sempre pronta a fomentare piccole (in tutti i sensi) guerre ideologiche.
Vorrei riflettere insieme a voi su quali possano essere i motivi di questa disaffezione. I blog sono passati di moda? Ci siamo stancate di mettere impegno nell'aggiornarli? I social networks li hanno soppiantati? Pinterest li ha fagocitati?
Voi che ne pensate?

Personalmente faccio un bel mea culpa. Sono sempre stata convinta che non basta aggiornare un blog per ricevere visite e commenti. Occorre anche girare per la blogosfera e fare altrettanto. E io ultimamente il tempo che passo al pc lo dedico al  forum Isola creativa, che ho contribuito a fondare, e  a Pinterest, una specie di labirinto virtuale da cui, una volta entrati...è estremamente difficile uscire. 
Mi riprometto di  aggiornare pitornare a girare per blog. Tenere aggiornato un blog richiede impegno, tempo e pazienza. Ed è giusto che l'autore venga gratificato con visite e commenti. Altrimenti prima o poi passa la voglia e si chiudono i battenti.  E spero anche di ricominciare ad accogliere tanti lettori sul mio blog, che al momento è piuttosto silenzioso, sia in termini di post , che di commenti. 

martedì 5 maggio 2015

Swap "Coccole da bagno"

Un  altro, simpaticissimo, swap del forum Isola creativa  si è concluso recentemente, con grande soddisfazione di tutte le partecipanti. Il tema era molto invitante. A chi non piacerebbe ricevere dei regali di cui  uno,  per di più,  rigorosamente fatto a mano appositamente per soddisfare i gusti della propria abbinata segreta, allo scopo di concedersi delle piacevolissime coccole nel  bagno di casa?

La mia abbinata segreta era Alessia, una mia dolcissima collega, insegnante di lettere in quel di Agrigento, che ho conosciuto grazie al forum perché, oltre a condividere la professione, condividiamo anche tanti hobbies creativi. Ecco ciò che le ho regalato:


Alla coppia di asciugamani con applicazioni  patchwork ad esagoni e decorazione in pizzo, ho aggiunto una saponetta a forma di foglia e un portacandela completo di candela profumata. Il bagno di Alessia è sui toni del bordeaux ed ecco spiegata la mia scelta dei colori. Pare che Alessia abbia apprezzato, anche perché desiderava da tempo cimentarsi anche lei in questo tipo di lavori, che aveva avuto modo di vedere in altre occasioni, sia di presenza che sul forum, realizzati sia da me che da Clara, che ringrazio per avermi insegnato a realizzarli, ormai un bel po' di tempo fa. Peccato che ne abbia realizzati diversi sempre per regalarli e non abbia mai avuto tempo e modo per realizzarne una coppia per me. Siamo alle solite!
Nella foto successiva si può apprezzare, qualità della foto permettendo, un particolare del lavoro.


 
Io invece, ho ricevuto il mio pacchetto da Annalisa, che isolana non è, ma è una fedele frequentatrice del forum di siciliane creative, tutte felici quanto me di ospitare anche appassionate provenienti da altre regioni d'Italia e , perché no, anche dall'estero. A proposito, approfitto per salutare e ringraziare Loredana, un'iscritta croata, che conoscevo perché da tempo segue il mio blog,  che abbiamo avuto il piacere di avere con noi anche durante un recente KAL organizzato da me sul forum. Loredana ci ha regalato la sua compagnia, la sua esperienza e i suoi consigli, nonostante le difficoltà linguistiche. E' stato davvero bello Loredana. Ti aspettiamo ancora per altre avventure creative insieme.

Ma torniamo ad Annalisa e a quello che mi ha spedito. L'handmade è un carinissimo cestino decorato con un gattino amigurumi. Ho appreso da Annalisa che si tratta di un personaggio giapponese che porta fortuna se gli si  dà un nome. Io non me lo sono fatto dire mezza volta e l'ho chiamato Monello. In più Annalisa ha aggiunto un'ottimo sapone di Marsiglia, una crema per le mani  alla rosa, profumatiiiiiiiisssimaaaaa, un guanto e una manopola per lo scrub e un simpatico biglietto, anche questo realizzato a mano e decorato con un lecca lecca uncinettato!


Ecco Monello in primo piano. E' staccabile e posso posizionarlo dove e come voglio. :)



Che dire, Annalisa...Ti ringrazio e sono stracontenta di  quello che mi hai inviato. Utilizzerò tutto con piacere e soprattutto pensando a te. Che poi è il bello degli swap, vero?









domenica 26 aprile 2015

Copertina per culla "Tender blanket"


Questa copertina era un UFO che ho finito un po' di tempo fa e ho subito conservato perché mi suscitava ricordi non belli.

Finalmente mi sono decisa a tirarla fuori, passarla leggermente col ferro a vapore e fotografarla per farvela vedere. Non l'ho ancora bloccata. La dovrei tenere in giro per troppo tempo e non mi va. Adesso la conserverò e, se Dio vorrà donarmi una nipotina un giorno, forse la tirerò fuori.



E' in pura lana merinos. Morbida morbida,  sofficissima! Ma la lana merinos non è solo soffice. Toccandola la senti così corposa che sembra viva. Sembra di accarezzare un gatto. A me fa quell'effetto lì.  Assolutamente nulla a che vedere con l'acrilico. Certo è costosa, ma è tutta un'altra cosa. Pensate che quella copertina, quattro anni fa,  mi è costata più di 60 euro solo di gomitoli di lana.


Potete trovare il modello gratuito sul sito di Drops design. Io però l'ho modificato. Il modello originale aveva il bordo a punto pavone solo ad una estremità. Io invece, ispirandomi alle copertine realizzate da altre due raveler, rlsefever e Kina,  ho lasciato i punti in sospeso, ho realizzato il bordo a punto pavone per l'altra estremità e ho cucito le due parti a punto maglia. In questo modo il punto di unione è praticamente invisibile e i lati corti della copertina terminano entrambi a onde.

Qui la mia Tender blanket su Ravelry.

domenica 5 aprile 2015

mercoledì 25 marzo 2015

Biscotti leggeri all'arancia

Ultimamente sto passando gradualmente ad un'alimentazione più salutare. Era da tanto che ci pensavo. Finalmente mi sono decisa, sto perdendo peso e sto decisamente meglio.
Maaaaaaaa....non rinuncio a qualche dolcetto ogni tanto. Qualche giorno fa ho voluto provare la farina di farro e in quattro e quattr'otto ho sfornato questi biscotti. Leggeri perché privi di uova, burro e  latte, ma buoni.
Contengono pochissimi grassi e lo zucchero, volendo,  può essere ancora diminuito. E per finire, hanno un altro pregio: possono essere personalizzati.
Quindi...non vi resta che provarli!






Ingredienti
300 g di farina 00 (io ho usato invece la farina di farro)
120 g di zucchero (io ho usato lo zucchero grezzo di canna e la prossima volta ne metterò meno, max 100 g)
succo e buccia di un'arancia
50 g di olio di semi o d'oliva (io, manco a dirlo, ho usato il mio olio e.v.o. biologico)
mezza bustina di lievito per dolci
una manciata di gocce di cioccolato (e qui...via libera alla fantasia. Vengono buoni anche senza niente, oppure con uvetta, con mirtilli disidratati, con frutta secca...)

Accendete subito il forno a 180 g.
In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, il lievito e la buccia d'arancia. Mescolate gli ingredienti secchi. Spremete il succo dell'arancia e versatelo nella ciotola. Aggiungete anche l'olio e, se lo volete usare, l'ultimo ingrediente dell'elenco. Mescolate e impastate brevemente fino ad ottenere una palla compatta. Non è necessario il riposo in frigo. Quindi formate subito delle palline d'impasto grandi come una piccola noce. Non esagerate con le dimensioni perché crescono in cottura. Schiacciate le palline per bene e sistematele su una teglia coperta di cartaforno. Infornate a metà altezza e fate cuocere per 13-15 minuti. Controllate perché ogni forno è diverso dall'altro e il tempo di cottura può variare leggermente. Nel mio vanno benissimo 13 minuti.

Mia figlia, la settimana scorsa, li ha preparati sostituendo il succo e la buccia d'arancia con 100 ml circa di latte di soia al cioccolato. Buonissimi anche così.


Voglio precisare che questa ricetta è ispirata ad una trovata in rete da mia figlia, ma di cui purtroppo non ha preso nota della fonte e perciò, mi spiace, ma non posso citarla. Se qualche food blogger dovesse riconoscere la ricetta come propria, me lo faccia sapere e io provvederò subito a citarne il nome.

sabato 21 marzo 2015

Bentornata primavera!


immagine tratta dal web

Ma guardate con che animo country mi sono svegliata stamattina!Anche se, per gli astronomi la primavera è iniziata ieri con l'equinozio, che quest'anno è capitato in coincidenza con una spettacolare eclissi di sole, tradizionalmente è oggi , 21 marzo, San Benedetto, che tutto l'emisfero settentrionale del mondo, saluta l'arrivo della primavera. E io ho festeggiato con una bella mattinata passata in giardino. Ho cercato di mettere un po' a posto, di  sistemare un po' di piante rovinate dalla grandine. Come dite? Grandine in Sicilia? Eccome se ne è caduta quest'anno! Qua cari miei, difficilmente nevica, ma quando c'è molto freddo, spesso grandina. E sono guai per i raccolti e, nei giardini, per le piante grasse e succulente. Queste ultime dovreste vederle: certi buchi e certe bruciature! Alcune sembrano carbonizzate proprio. Spero che la primavera dia loro una bella spinta a rinnovarsi, altrimenti dovrò buttarne un bel po'.
Durante il mio giretto di stamattina ho raccolto un sacco di violette. Ve ne regalo un po'. 

immagine tratta dal web

A presto!