martedì 30 agosto 2016

I lavori delle lettrici: scialle Haruni!

Sono molto orgogliosa di mostrarvi un meraviglioso scialle Haruni  realizzato da una lettrice del mio blog, Maria Antonietta, grazie alla mia traduzione del bellissimo pattern di Emily Ross e ad un piccolo aiuto da parte mia, dato mediante uno scambio di email. Ecco una delle foto che Maria Antonietta mi ha gentilmente inviato.

Mi complimento innanzitutto per la scelta del filato. Si tratta di un filato, molto sottile, con delle piccolissime paillettes in tinta, a mio parere molto adatto a questo modello. Direi che modello e filato si valorizzano a vicenda. Il risultato è davvero spettacolare! Sono molto contenta  che le mie traduzioni riescano ad aiutarvi a realizzare lavori meravigliosi come questo. 
Bravissima Maria Antonietta! Vedrai come sarà ammirato questo scialle quando lo sfoggerai!

venerdì 26 agosto 2016

I creativi per i paesi colpiti dal terremoto in centro Italia

Desidero pubblicizzare quest'iniziativa in aiuto delle popolazioni colpite dal grave terremoto nel centro Italia e invito tutti i lettori che mi seguono  a fare lo stesso sui propri blog, siti,  social, oltreché a partecipare all'iniziativa stessa. Cliccate sulle parole colorate qui sotto per sapere tutti i dettagli dell'iniziativa.




giovedì 25 agosto 2016

Siamo tutti terremotati

E' proprio così che mi sento: terremotata anch'io. La notizia del terremoto nel reatino mi ha sconvolta. E mi chiedo come sia possibile che un paradiso come questo possa tutto ad un tratto trasformarsi in un inferno di macerie, di morti, feriti e di gente disperata che ha perso tutto  in una sola notte.


La foto raffigura un sito naturalistico detto "Pantani d'Accumoli", e si trova presso il paesino diventato noto a tutti a causa del devastante terremoto. E' così bello questo paesaggio da sembrare un dipinto, non una foto.
Ho voluto scegliere quest'immagine che trasmette tanta serenità, e non le immagini di distruzione di cui sono pieni gli occhi di tutti, per ricordare le vittime, per esprimere vicinanza ai sopravvissuti e per dire loro che devono credere con tutte le loro forze che alla fine di questo buio, in lontananza, magari molto in lontananza, c'è, ci deve essere sempre la luce della speranza.

Per chi volesse fare delle donazioni in favore delle popolazioni terremotate è attivo questo numero telefonico:
45500
C'è bisogno di aiuto!

mercoledì 24 agosto 2016

Le melanzane alla pizzaiola di Nonna Rosa

Ieri  era Santa Rosa da Lima, quindi era il mio onomastico, ma era anche l'onomastico di mia suocera che ormai non c'è più e che portava il mio stesso nome. Oggi l'ho pensata spesso e stasera, mentre ero come al solito alla ricerca di idee per la cena,  mi è venuta in mente una delle sue buonissime  ricette. Semplicissima, ma altrettanto buona. si tratta delle melanzane alla pizzaiola. Avevo in frigo le melanzane giuste e così le ho preparate. Ecco la ricetta:




Ingredienti:
melanzane tunisine (quelle tonde e viola  chiaro) di misura medio-piccola
pomodori maturi
aglio
filetti di acciughe salate
formaggio (il vostro preferito. Potete usare grana, caciocavallo, pecorino...)
origano
sale
pepe o peperoncino
olio e.v.o.

Lavare, togliere il picciolo e tagliare a metà le melanzane, quindi praticare su ogni metà dei tagli con un coltello. Se le melanzane sono tenere non è necessario farle spurgare, altrimenti salarle e far perdere l'acqua di vegetazione per un'oretta. Quindi asciugare e procedere con la ricetta. Se invece non le mettete a spurgare, salare un po' le melanzane e infilare nelle incisioni praticate dei pezzetti d'aglio, di filetti d'acciuga e di formaggio. disporre le melanzane su una teglia ricoperta di carta da forno, irrorarle di olio e infornare a temperatura medio-alta per un quarto d'ora circa. Mentre le melanzane cuociono preparare i pomodori lavandoli, pelandoli, eliminando i semi e tagliandoli a filetti. Tirare fuori le melanzane dal forno e disporvi sopra i filetti di pomodoro. Salare, pepare e cospargere  con origano. Completare con un filo d'olio e rimettere in forno per un altro quarto d'ora circa. Se le melanzane sono piccoline potete anche condirle completamente e cuocerle in un solo tempo.

Provate a prepararle con le belle e buone melanzane di stagione che ancora si trovano in tutti i mercati e poi ditemi cosa ne pensate. 

martedì 23 agosto 2016

Modifiche al pattern dello scialle Haruni

Grazie alla carissima lettrice Maria Antonietta che mi ha scritto per chiedermi chiarimenti sul pattern dello scialle Haruni, ho apportato alcune modifiche alla mia traduzione autorizzata. Primo, perché se una lettrice ha delle difficoltà a capire la spiegazione e i simboli della legenda, le stesse difficoltà potrebbero averle anche altre persone e quindi ho creduto opportuno cercare di facilitare la vita a tutte coloro che vogliono cimentarsi nella realizzazione di questo lavoro che, certo, per principianti non è.
Secondo, perché l'autrice  Emily Ross ha rieditato il pattern e mi sono accorta che ha cambiato qualcosa di sostanziale. Ad esempio ha modificato un po' lo schema A togliendo i colori che prima evidenziavano alcune zone dello schema e facendo in modo che sia possibile seguirlo sempre da destra a sinistra. Questo faceva sì che la mia traduzione non corrispondesse più con il pattern originale in inglese e risultava fuorviante per chi seguiva le spiegazioni.
Adesso, per chi fosse interessata, basterà cliccare sulle parole colorate in questo post o sulla barra laterale a destra per essere indirizzate ad una versione riveduta e corretta della traduzione.

Chiedo scusa a chi dovesse aver avuto difficoltà a causa di tutto ciò, ma purtroppo l'autrice del modello non ha avvisato subito personalmente noi traduttrici delle modifiche apportate. Rimango comunque e sempre a disposizione  di chiunque di voi stia realizzando o voglia realizzare lo scialle Haruni per qualsiasi ulteriore chiarimento. Basterà scrivermi una e-mail. Troverete l'indirizzo nel mio profilo blogger.

lunedì 15 agosto 2016

Buon Ferragosto!

Auguro a tutti coloro che passano da qui...

venerdì 12 agosto 2016

Carbonara di verdure speziate



Sfido chiunque a dire che questa carbonara non è gustosa come e forse più della vera carbonara. Che sia più sana... è poco ma sicuro!

Ingredienti:
zucchine genovesi (la quantità dipende dalla loro grandezza. Io ne ho usata una del peso di circa 300 g)
una carota
una cipolla
olio evo
zenzero in polvere
peperoncino
noce moscata
curry
sale
due uova
grana grattugiato al momento
pasta (io ho usato fusilli integrali)

Lavate le verdure, pelate la cipolla, lasciate invece la buccia a carota e zucchine. Tagliate il tutto a julienne e mettete a stufare in una padella con olio evo. Aggiungete tutte le spezie e aggiustate di sale. Portare a cottura, ma non fate scuocere. In una ciotola o, come faccio sempre io, in un piatto di plastica, sgusciate due uova, aggiungete un pizzico di sale e sbattetele leggermente.
Nel frattempo avrete cotto la pasta al dente. Scolatela con la schiumarola (praticamente un mestolo forato), in modo da mantenere un po' d'acqua di cottura, e versatela nella padella del condimento. Riaccendete il fuoco al minimo e versate le uova sbattute sulla pasta. Mescolate, aggiungete del grana grattugiato e, a piacere, un altro filo d'olio. Servite ben calda non appena le uova si saranno rapprese, ma non asciugate troppo.