sabato 11 novembre 2017

Torta integrale all'arancia e noci

Se pensate che questa sia una torta come le altre, vi sbagliate. E' una torta particolare, di origine greca, vegana, perché senza uova, latte o  burro. Ma è veramente strepitosa. Ve la consiglio caldamente. Ha solo un piccolo difetto: tende un po' a sbriciolarsi. Ma è veramente buona. Provatela e mi saprete dire.
Ecco la mia, fotografata  in modo indecente, come sempre. Ma per la ricetta e per vedere delle belle foto andate qui. In questa ricetta viene consigliata la farina di farro, ma viene ottima anche con la farina di grano integrale. Vi raccomando però di usare delle arance bio e di aggiungere all'impasto anche la buccia grattugiata di un'arancia.


Se invece preferite seguire un videotutorial, vi segnalo questo di Mypersonaltrainer in cui, tra l'altro, le dosi in  grammi o in ml della ricetta sono state trasformate in bicchieri, per cui non avrete neppure bisogno di usare la bilancia.
Bene, fatemi sapere se avete provato questa torta.
Buon fine settimana a tutti coloro che passano di qui.

mercoledì 1 novembre 2017

Uno sciallino per un doppio SAL

L'ho finitoooo! Ho completato lo sciallino con un alto bordo a ventaglietti scambiati, un punto davvero molto bello. E' bello pesante, avvolgente e caldo. Mi sono serviti 500 g di lana giusti giusti. Manca solo un nastrino di raso o di velluto da infilare prima del bordo e poi è pronto per essere regalato alla mia mamma. Penso che glielo regalerò prima di Natale. Il 3 dicembre è il suo compleanno e mi sembra l'occasione migliore.
Eccovi le foto, in cui si vede meglio il colore reale.In quella del work in progress sembrava rosso, invece è un bel bordeaux.




Come vi dicevo in questo post, in cui vi ho mostrato il work in progress, questo sciallino è frutto di due SAL. Quindi, grazie a Lella che mi ha fatto venire voglia di iniziarlo qualche anno  fa e grazie al forum Isola creativa che me l'ha fatto riprendere in mano. 
A chi volesse farlo (basta richiedere il tutorial a Lella) devo dire che è un lavoro lungo e un po' monotono e ci vuole molta pazienza. Bisogna metterlo in conto. Ma è uno di quei lavori che si può fare davanti alla tv perché non necessita di grandissima attenzione e concentrazione.

sabato 28 ottobre 2017

Borsa in fettuccia "Orchidea", seconda vita

Ricordate la mia borsa Orchidea in fettuccia nera? L'ho usata talmente tanto che l'ho praticamente consumata. L'usura e i lavaggi l'hanno resa inservibile e così ho deciso di mandarla in pensione (nella monnezza) e di rifarla. 


I punti utilizzati sono la maglia bassa per il fondo, la maglia bassa incrociata per il corpo della borsa e la maglia bassissima per il bordo superiore. Stavolta l'ho fatta leggermente più piccola e, grazie al fatto che per il fondo ho utilizzato l'uncinetto 8, mentre per il corpo della borsa ho usato il 10, ho ridotto quell'effetto restringimento dal basso verso l'alto che non mi piaceva tanto. Ho riutilizzato sia il bottone che gli anelli, che erano già riciclati e quindi sono alla loro terza vita. Il bottone è solo decorativo e la chiusura è un magnete. Il manico è un icord realizzato con l'uncinetto n. 8.

giovedì 19 ottobre 2017

I lavori di Irene: borsa in fettuccia nera

E così anche Irene si è ammalata di fettuccite. Si è fatta un'elegante borsa in fettuccia nera. Guardate che bella che è venuta!

Ha utilizzato fettuccia in Lycra, uncinetto 8 per il fondo lavorato a maglia bassa e 10 per il corpo della borsa che è lavorato a punto spiga. Se il punto vi piace, eccovi il link ad un videotutorial che insegna a realizzarlo. La borsa termina con un bordo realizzato a maglia bassissima in costa.
Abbiamo completato la borsa con un bel bottone nero e argento  che si chiude con un'asola di fettuccia realizzata nel corso del penultimo giro e con una brillante catena argentata attraverso le cui maglie abbiamo fatto passare un filo di fettuccia. L'effetto, vi assicuro, è davvero molto bello ed elegante..

sabato 14 ottobre 2017

Doppio SAL

Il work in progress che vi mostro oggi vale per due SAL: il SAL Sciallino della nonna di Lella  e il SAL dei lavori sospesi dell'Isola Creativa.



Ricordo che quando vidi il post di Lella che proponeva questo SAL ebbi un attacco di nostalgia. Avevo sempre desiderato fare uno scialletto così, all'antica, richiesi quindi subito le spiegazioni a Lella e lo cominciai. Tenevo questo lavoro in macchina, per lavorarci mentre aspettavo che mio figlio uscisse da scuola. Poi lmio figlio finì la scuola e io abbandonai lo scialletto fino a una ventina di giorni fa quando, durante un riordino di materiale creativo, mi sono trovata tra le mani lo scialletto iniziato e sospeso.

Adesso che ho finito la prima tappa (il lavoro è già più avanti di come lo vedete in foto) ho potuto finalmente richiedere la seconda parte delle spiegazioni e spero di finirlo entro Natale.Vorrei regalarlo a mia madre. Certo è un lavoro lungo e noiosetto, ma rilassa ed è l'ideale davanti alla televisione perché si fa senza pensare.

Buon fine settimana e a presto!

sabato 7 ottobre 2017

Tunica multitecnica

Cucito più uncinetto: una combinazione fantastica! Confesso che l'idea di bordare all'uncinetto la scollatura  di questa tunica con maniche a chimono mi è venuta perché lo scollo che avevo tagliato era venuto un po' troppo ampio. Ma il risultato non è niente male davvero. 




Ho bordato, con un bordo più stretto, anche l'orlo delle maniche.

Non ho seguito alcun tutorial. Ho semplicemente improvvisato. Poi ho ripescato quella gonna blu dall'armadio, l'ho accorciata e riportata a nuova vita. E non vi dico quanto questo completo mi sia stato utile in questo periodo di mezza stagione.

domenica 1 ottobre 2017

Fatti a mano da Irene

Vi mostro un po' di lavori realizzati da mia figlia Irene durante l'estate. Ormai l'ho decisamente contagiata e ne sono felice.

Cominciamo con uno strofinaccio ricamato a punto croce. Sia lo strofinaccio che il ricamo hanno come soggetto i gatti. Dedicato ai nostri gatti che adoriamo!
Lo schema l'abbiamo trovato qui. Irene l'ha ricamato due volte ripetendo lo schema a specchio.

Continuiamo con un bavaglino, anch'esso ricamato a punto croce e anch'esso raffigurante un gattino. Irene l'ha realizzato per un'amica in attesa di un bimbo, anche lei amante dei gatti.
Qui troverete lo schema.
Dopo che io ho regalato a mia nipote il top che vi ho mostrato qui,  Irene si è messa in testa che ne voleva uno anche per sé e così abbiamo trovato questo modello, un po' più adatto alla fisicità di mia figlia. Ma l'ho convinta a farselo da sè. "Mamma, ma io non so fare aumenti e diminuzioni." "T'insegno." ho risposto io. Ed ecco il risultato.

All'interno ho cucito delle coppe in modo che il top possa essere indossato senza reggiseno. 
Il retro si presenta così. allacciato a mo' di corsetto.

Questo lavoro è spiegato passo a passo in questo video.
Spero che i lavori di Irene vi siano piaciuti e vi dò appuntamento al prossimo post. 
A presto!