lunedì 23 febbraio 2015

Periodo nero

Immagine tratta dal web

Non è affatto un bel periodo per me e la mia famiglia. Mio marito ha perso il lavoro e vabbé. Sai che notizia, direte voi. Come tanti, come troppi...a quasi 58 anni, senza alcuna speranza di trovare un'altra occupazione. Considerate poi che abitiamo in Sicilia, in una zona in cui la crisi, a causa della chiusura della FIAT e delle fabbriche dell'indotto, è stata ed è ancora davvero devastante. Ormai camminare per le vie della mia città mette una tristezza infinita. Ci sono centinaia di negozi chiusi. La zona commerciale della città sta diventando un deserto. 
Che fare? Ci facciamo forza pensando che almeno io lavoro e di fame non moriremo.
Ma c'è qualcos'altro che fa impallidire questo problema ai miei occhi. Una mia cugina, con la quale siamo cresciute insieme, come sorelle, sta per lasciare questa vita nel modo peggiore. Un melanoma avuto due anni fa e apparentemente guarito ha devastato il suo corpo con metastasi gravissime e ormai siamo arrivati alla fine di tante sofferenze. Sono state sospese tutte le inutili terapie tentate e ormai è in coma, ogni giorno sempre più profondo.
Profondo, come la tristezza che c'è nel mio cuore. Mia cugina non ha sorelle né fratelli, ha perso la mamma tre mesi fa e le sue due figlie sono delle ragazze adolescenti. Noi cugine, la cognata e alcune amiche ci siamo alternate nell'aiutare le figlie e il marito ad assisterla amorevolmente, ma tutto il nostro amore, tutte le nostre preghiere, tutte le cure mediche ricevute, non sono bastate a  salvarla e neanche a prolungarle un po' la vita. Il male è stato velocissimo e ha distrutto il suo corpo e la sua mente. Prego, e in questo la mia fede mi dà forza, che la sua anima trovi presto riposo e sollievo. E che possa vivere serenamente un'altra vita  fra le braccia di  Gesù, che ha tanto amato e che tanto ha fatto amare ai bambini cui per tanti anni ha fatto Catechismo.

Perdonatemi se in questo periodo non ho tempo, né voglia di aggiornare il blog. Spero che possiate aspettarmi.
Vi abbraccio tutte,
Rosa

mercoledì 4 febbraio 2015

Basco "Girandola"

Una mia collega, poco prima delle vacanze, mi ha chiesto di farle un cappello. Io ho detto subito di sì, perché avevo già in  mente quale progetto volevo provare a realizzare per lei. Ha i capelli cortissimi, grigi e la carnagione olivastra. Le ho consigliato di comprare del filato in un colore vivace, per dare luce al suo viso. Mi ha portato 100 g filato acrilico di un bel colore azzurro e io mi sono messa subito all'opera realizzando per lei, con un uncinetto n. 3,5,  il basco a spirale di Oana Oros. L'avevo visto in uno dei suoi video e me ne ero innamorata. Ed eccolo realizzato!



Io ho modificato solo il bordo, lavorando per 4 cm dei giri di maglie basse e completando con un giro di punto gambero.



Se vi piace e volete realizzare questo bellissimo basco, caratterizzato da un alternarsi di maglie alte prese davanti e prese dietro e da una sapiente distribuzione di aumenti e diminuzioni che permettono di ottenere la forma a spirale, vi basterà seguire con attenzione il videotutorial di Oana, che è molto, molto chiara nello spiegare i suoi lavori e che ringrazio per la sua grande disponibilità.

La mia collega è contentissima del suo nuovo basco e l'ha già indossato più volte. E anch'io ne sono molto soddisfatta. E' un modello che rifarò sicuramente.
Ma al momento ho già per le mani un altro capello. Per una zia questa volta. Quando io ho bisogno di un cappello invece.....lo prendo in prestito da mia figlia! Siamo alle solite! Tutte uguali noi creative, vero? :)))

sabato 31 gennaio 2015

Swap di Natale 2014

E non era mica finita...
Anche quest'anno si è svolto a Palermo il meeting natalizio dell'Isola creativa. Non vedevamo l'ora di rivederci, noi, piccolo gruppo di creative compulsive siciliane,  e lo abbiamo fatto il 15 dicembre presso il Caffé letterario Costes, nel capoluogo  appunto.
E come sempre, durante il meeting, oltre ad un mini corso, tenuto da me, per realizzare questa collana (modello di Oana Oros), si è svolto lo swap natalizio. Il mio pacchetto è andato alla simpaticissima e giovanissima Michela, Non sono lavori molto impegnativi, perché il Calendario dell'Avvento ha assorbito tutto il mio tempo libero, o quasi.
Si trattava di due ornamenti a forma di fiocco di neve e di un portacandele, il tutto fatto all'uncinetto seguendo i videotutorials di Oana Oros.
Qui troverete la playlist dei lavori natalizi di Oana.
Ho aggiunto questi tre ornamenti natalizi in legno e metallo intagliato, a mio parere molto belli.


Questo è invece quello che ho ricevuto da Assia, che tra parentesi si è fatta un sacco di km e un fine settimana a Palermo, per essere al meeting. Sei un tesoro Assiaaaa! E che belli i tuoi lavori! Una grande ed elegante  calza da appendere al mio camino e uno scaldacollo lavorato a maglia a punto riso, adornato da quattro fiori all'uncinetto che, sapientemente, Assia ha posizionato sulla cucitura, in modo da nasconderla completamente. Come dire: fare di necessità virtù. Nel pacchetto c'erano anche le altre cosette che vedete in foto e i deliziosi biscotti ripieni, tipici della Sicilia sud-orientale.


A un certo punto c'è stato un empasse! I pacchetti erano dispari! E sul tavolo era rimasto il pacchetto di Annalisa che, pur abitando in Piemonte, ce lo  aveva inviato per posta, in modo da partecipare allo swap del meeting.  Allora io, avendo già un handmade pronto, mi sono offerta di tenere per me il pacco di Annalisa e predisporre un pacchetto da inviarle. Questo è ciò che c'era nel mio secondo pacchetto: 


Una sciarpa fru fru nei toni del bordeaux, di cui  mia figlia si è appropriata immediatamente, una bellissima calza  e un kit per realizzare degli ornamenti in feltro. Inoltre Annalisa ha aggiunto una carinissima renna di cioccolata.

Questo invece è quello che io ho inviato ad Annalisa. L'handmade è un completo, formato da sciarpa infinity e fascia copriorecchie, che ho realizzato all'uncinetto con un filato molto grosso, stampato nei toni bianco-grigio-nero.  Ho aggiunto un piatto porta bonbon con decorazione natalizia e un decoro mangereccio. :) 


Il punto  del completo è una mezza maglia alta lavorata "in the third loom", che non è il solito punto lavorato sul filo posteriore della costina e neanche il punto lavorato prendendo il punto da dietro. L'uncinetto viene puntato invece su un terzo filo che si forma dietro la mezza maglia alta. L'effetto finale è un punto  con l'intera costina in rilievo, che è simile alla costa inglese fatta a maglia. Pur avendo una lunghissima esperienza nei lavori all'uncinetto, non avevo mai visto prima questo punto. L'ho imparato grazie a questo photo tutorial.


Bene, adesso i post natalizi sono davvero finiti. Appuntamento alla fine del 2015, al periodo più magico dell'anno, per altre avventure  creative natalizie.

domenica 25 gennaio 2015

Piccoli lavori natalizi...per beneficenza.

Quest'anno, durante lo scorso dicembre, nella mia scuola, è stato organizzato un mercatino di beneficenza, allo scopo di creare un fondo cui accedere per comprare i libri o materiale scolastico ai ragazzi e alle ragazze le cui famiglie non possono permettersi di acquistarli tutti.

Insegnanti, alunni e mamme che avessero un po' di dimestichezza con le  tecniche creative più varie, sono stati chiamati a raccolta per creare tanti handmade da vendere nella settimana precedente le vacanze natalizie. 
Ecco quello che, tra un impegno e l'altro, sono riuscita a creare io.




Vi dò un po' di links che mi sono stati utili, anche se, nella maggior parte dei casi, ho personalizzato parecchio i modelli originali.
Alberello tridimensionale: spiegazione (usate il traduttore. Lo so, vengono fuori traduzioni orribili, ma aiutano). Io ho aggiunto le decorazioni.
Campanella grande: video di Ioprovoio, 
Campanella piccola: video di Oana Oros.
Alberello piatto: schema. Io non ho imbottito e ho aggiunto finta neve, bottoni e fili per decorare.
Faccina di Babbo Natale. spiegazione in inglese.
Candy cane: spiegazione in inglese.
Agrifoglio: spiegazione con passo a passo fotografico.
Presina fiocco di neve: spiegazione in inglese. Io ho adattato il modulo per farne una presina. Dopo averla fotografata, mi è sembrata trobbo bucata e allora ho lavorato anche il retro fatto a m. alta tutto in rosso e ho unito le due facce con un giro a punto gambero.

Se avete bisogno di uno schema per fare un cerchio ben piatto per fare presine all'uncinetto, a punto basso o alto, basterà cliccare qui.

Credete che i post dedicati ai lavori natalizi siano finiti? Naaaaaaaaaaaa! Devo ancora parlarvi del Meeting natalizio dell'Isola creativa! Quindi...a presto!

venerdì 23 gennaio 2015

Calendario dell'avvento dell'Isola creativa: il premio

Come sapete, se avete letto i miei ultimi post, quest'anno sono stata io a curare il Calendario dell'avvento sul forum Isola creativa. Ventiquattro lunghe serate passate a selezionare tutorials, printables, patterns per lavori natalizi di ogni genere e con le tecniche più svariate, che ho regalato con piacere  alle frequentatrici del forum, ordinandoli per argomenti. Ogni finestrella quotidiana ha avuto per oggetto un tema diverso: l'albero, il presepe, Babbo Natale, i fiocchi di neve, le candele, i regali, la tavola natalizia, le renne, ecc...
Infine un sorteggio ha decretato chi fosse la vincitrice tra tutte coloro che hanno lasciato commenti ai 24 post del calendario. E la vincitrice è stata lei, Dolcezzedimamma!
Anche la realizzazione del regalo riservato alla vincitrice è toccata a me, o meglio, me ne sono assunta con grande piacere la responsabilità. :)  Dolcezze l'ha già ricevuto e quindi posso mostrarvelo. Eccolo qui:

Cuore, facciata A:


Cuore, facciata B, che ho ricamato in questo modo molto semplice perché non mi andava che rimanesse senza alcuna decorazione:


Ho fatto da me anche la ghirlanda, intrecciando i rami della vite americana che ho in giardino. La mia ispiratrice per questa creazione è stata lei, Federica, del blog Country Kitty.Infine ho cucito alla punta del cuore un bicono Swarowsky e un pendente di simil-cristallo. In realtà è una plastica molto luminosa.

Il cuore della, in lino 11 fili,  è ricamato a broderie suisse con mouliné a due fili e lo schema, di Ivana Zanetti,  si può trovare qui
Vi piace?

venerdì 16 gennaio 2015

Regali di Natale

Come ogni anno, alcuni dei miei regali di Natale sono stati realizzati a mano. Quest'anno il tempo a mia disposizione è stato molto ridotto, a causa del fatto che ho curato il Calendario dell'Avvento sul forum Isola Creativa. E' stata un'esperienza davvero molto bella, di cui ho gustato ogni momento, ma indubbiamente impegnativa. E quindi, nel poco tempo che ho potuto ritagliarmi, sono riuscita a realizzare solo un dono ricicloso per una delle mie sorelle e uno molto carino per mia madre. Sono stati entrambi graditi e sono stati anche molto ammirati   da tutti coloro che hanno avuto modo di vederli. 

Iniziamo da questo portacandela che ho realizzato per la mia mamma seguendo questo videotutorial di Oana Oros, che ringrazio tantissimo per la generosità,  la pazienza e il tempo che mette nel realizzare i suoi tutorials. Ho usato un cotone che avevo da tantissimo tempo, Principessa di Modafil, un po' di filato dorato e uncinetto 2. In pratica ho acquistato solo il portacandela in vetro e la candelina glitterata. A mia madre è piaciuto tanto che ce l'ha ancora sul tavolo del salotto ancora oggi!


Per mia sorella, come vi dicevo, mi sono data al riciclo creativo. Non ci crederete, ma questi decori per l'albero di Natale li ho realizzati ricoprendo con un giro di maglie basse....il bordo rigido dei bicchieri di carta! Nel lavorare le maglie basse ho "imprigionato" pizzi e tulle che ho pescato nella mia scatola dei rimasugli delle bomboniere, creando anche l'asola per appendere i decori. Poi, con molta pazienza, ago e filo (non amo molto usare la colla a caldo) ho decorato i cerchietti con nastri, stoffe e perline, manco a dirlo, riciclati pure quelli. L'effetto è moooolto gradevole e il mio regalo a costo zero è stato un successone!


L'idea l'avevo trovata su questo sito molto tempo fa. Poi l'anno scorso ne ho ricevuto un set in regalo da Marina per lo swap natalizio dell'Isola creativa. Ve li ho mostrati in questo post. Mi sono piaciuti così tanto che non vedevo l'ora di farne alcuni anch'io per qualche persona cara.
Ho approfittato per farne uno nuovo anche per il mio albero. Sapete da dove viene quella brillante rete arancio-dorato?  Da una confezione di monete di cioccolato! :))


Figli, marito e futuro genero hanno ricevuto un dono da spendere durante i saldi. Al ragazzo di mia figlia  bisognava presentare il regalo danaroso in modo un po' spiritoso e allora ho pensato bene di acconciarlo così!
L'idea viene dal magico mondo di Pinterest. Potrete vedere come si fa cliccando qui.

lunedì 12 gennaio 2015

Orrore e indifferenza.


Io sono perfettamente d'accordo con i milioni di persone che ieri, in tutto il mondo, hanno manifestato contro gli attentati di Parigi. La libertà di opinione e di stampa sono diritti fondamentali da difendere a tutti i costi. I morti di Parigi, i bambini che quel terrorista avrebbe voluto uccidere in un asilo, quel poliziotto musulmano finito in quel modo....tutto questo ci fa orrore.


Ma mi chiedo perché le migliaia di cristiani, letteralmente macellati in Nigeria, le bambine usate come kamicaze, ormai con cadenza quasi quotidiana, la libertà di religione che viene calpestata....tutto questo non fa rumore, non è degno di approfondimento giornalistico in prima serata, né di manifestazioni in tutto il mondo e tantomeno di interventi degli organismi internazionali nati proprio perché certi eventi storici, indegni del genere umano, non dovessero più accadere.
E chissà quante altre situazioni di questo genere ci sono al mondo e passano sotto silenzio, un colpevole silenzio.



Questo attribuire un valore diverso alle vite umane, questo dosare le reazioni alle stragi a seconda della distanza o delle convenienze politiche ed economiche.....mi fa orrore, quasi quanto le stragi stesse. 


Voi che ne pensate?                                                                                                     Immagine tratta dal web